B&B a Trieste - Bed and breakfast vicino alla Risiera di san Sabba

Prenota un bed and breakfast o una casa vacanze nel rione di Valmaura, vicino alla Risiera di San Sabba, luogo della memoria e monumento di grande importanza storica la cui visita risulta imprescindibile  durante un soggiorno a Trieste.

Nel 1913 fu costruito nel rione di San Sabba un grosso complesso industriale per la raffinazione del riso, il quale era formato da alcuni grandi edifici, di cui uno a sei piani, disposti attorno a due cortili interni. L’intero complesso era circondato da un alto e robusto muro di cinta che racchiudeva un’area a forma di rettangolo. La Pilatura del riso o Risiera, come veniva comunemente chiamato questo complesso, caduta in disuso, venne requisita dai tedeschi nell’ottobre del 1943 e adibita a caserma delle SS. Divenne poi centro di raccolta e di smistamento per prigionieri politici ed ebrei, che poi venivano avviati ad altri campi nazisti ed infine deposito dei beni razziati sia agli ebrei che dai villaggi dove venivano compiute azioni di rappresaglia. Sebbene venga ricordato come l’unico campo di sterminio in Italia, va ricordato che quando assunse tale funzione, la zona non faceva più parte dell’Italia: i tedeschi, riconoscendo la grande importanza strategica che la regione Giulia rivestiva, decisero di staccarla dal resto dell’Italia settentrionale dove si era formata la Repubblica Sociale di Salò.

In uno degli edifici minori del complesso vennero ricavate 17 celle, nelle quali venivano rinchiusi da 4 a 6 prigionieri che solitamente erano quelli destinati ad essere uccisi sul posto. In un altro edificio, in grandi camerate comuni, venivano ammassati i civili e gli ebrei destinati ad essere deportati in Germania. Nel cortile interno c’era, collegato con un camino alto 40 metri, il forno di essicazione che fu trasformato in forno crematorio. Le esecuzioni avvenivano normalmente di sera, con altoparlanti aperti a pieno volume e rombo di motori, per coprire le grida delle vittime.

Secondo fonti attendibili il forno crematorio entrò in funzione il 4 aprile 1944 per far scomparire i corpi di 72 ostaggi fucilati ad Opicina e di 51 ostaggi impiccati qualche giorno dopo in via Ghega. Quante siano state le persone cremate non è stato possibile definirlo ma è noto che le persone che passarono nella Risiera furono oltre 20.000 e la maggioranza di esse non tornò più indietro.

Per coprire i loro misfatti i nazisti nella notte tra il 28 e il 29 aprile 1945 fecero saltare l’edificio dove era situato il forno crematorio: ad oggi rimangono gli edifici con le celle, mentre del forno rimane esclusivamente l’impronta sul muro contro il quale era addossato e in luogo della ciminiera è stata posta una simbolica spirale di ferro.

Civico museo della risiera di S. Sabba - monumento Nazionale
Via Giovanni Palatucci 5
34148 Trieste
Tel. +39 040 826202
Fax +39 040 825673
www.risierasansabba.it
risierasansabba@comune.trieste.it

Orario apertura
tutti i giorni dalle 9 alle 19. Chiuso il 25 dicembre e il 1° gennaio.

Ingresso Libero

B&B vicino a Risiera di san Sabba

Scopri tutte le sistemazioni disponibili su BB Trieste

Vedi tutti i B&B

Punti di Interesse vicino a Risiera di san Sabba

Monumenti:

Tempo libero:

Arte e cultura:

Ospedali: