BNB Trieste - Bed and Breakfast Trieste a San Giusto

Per soggiornare nell'area monumentale posizionata sul colle di San Giusto di Trieste scegliete un bed and breakfast o una casa vacanze in zona Parco della Rimembranza. Avrete la possibilità di visitare la Cattedrale di san Giusto, Il Castello di San Giusto, il propileo, il museo di storia e arte e  l'orto lapidario.

La facciata della cattedrale di San Giusto, asimmetrica e semplice in pietra nuda, è fastosamente ingentilita da un rosone della fine del ‘300: un giro di dodici colonnine binate che, uscenti radialmente dal centro e legate alternativamente da archetti a tutto sesto, si incrociano formando un motivo gotico. Intorno si svolge un anello formato da 24 colonnine gemine che ripetono il motivo precedente, però con archi acuti, che crea un fine traforo di archetti trilobati e rosette quadrifoglie. Gli stipiti della porta principale sono ricavati da una stele funeraria romana della famiglia Barbiasegata a metà e disposta in versi contrapposti in modo da porre all’esterno i lati più accuratamente finiti. Nella parte superiore della stessa porta è collocata una lapide che ricorda i danni subiti dalla chiesa nel 1813 durante i bombardamenti austro-inglesi contro le truppe napoleoniche asserragliate nel castello: alcune palle di cannone sono rimaste infisse nel muro della chiesa e del campanile.

Sulla facciata furono collocati i busti di tre vescovi di Trieste: Enea Silvio Piccolomini, successivamente divenuto papa con il nome di Pio II, Andrea Rapicio, umanista e poeta latino, e Rinaldo Scarlicchio, rinvenitore delle ossa di San Giusto. Il campanile che oggi ha l’aspetto di un tozzo torrione di difesa, costituisce il rifacimento del preesistente campanile romanico fondato sui resti del propileo romano di cui inglobò anche parte delle sculture ornamentali. In origine esso terminava con una cuspide acuta sormontata da un acroterio, il tradizionale “melon”, abbattuto da un fulmine nel 1421 e conservato nel vicino museo di Storia ed Arte.

All’interno della cattedrale si segnalano il mosaico del catino dell’abside che rappresenta Il Cristo con i due santi triestini Giusto e Servolo, la navata centrale con il soffitto trecentesco in legno dipinto ed i marmi preziosi del pavimento.

Alloggiare in un B&B sul colle di San Giusto vi consentirà di rivivere la storia di Trieste dall'età romana alla dominazione veneziana.